Klout vs Kred, cosa sono e perchè dovresti prenderli in considerazione

Klout vs Kred

cosa sono e perchè dovresti prenderli in considerazione

Premessa solita: non la meniamo sul #celolunghismo

Se in qualche modo utilizzate Facebook e/o Twitter siete anche voi sotto osservazione degli indici di influenza (non parlo del virus RNA, ma di quella degli utenti dei social network).
Mi soffermo su Klout e Kred, ma ne esistono altri come Peerindex, Trustcloud, Snapscore Social IQ  e connect.me giusto per citarli.
Dunque, questi servizi si occupano di monitorare quello che fate e quale e quante interazioni avete con altri utenti, se sono a loro volta influenti e interagiscono con voi, se ad una azione corrisponde una reazione e così via.

Klout Logo

Be Known For What You Love

Klout misura principalmente la capacità di un utente di guidare le azioni, il valore espresso è compreso da 1 a 100, in verità parte da 10 e non l’ho mai visto più basso.
Afferma di utilizzare oltre 400 segnali provenienti da diverse reti, aggiornando il punteggio giornalmente e che è calcolato su combinazioni di attributi (che vuol dire tutto e niente), Non fornisce però nulla di chiaro e definito, quindi l’algoritmo che è alla base risulta come la formula della coca-cola.

Monitora attualmente i segnali provenienti da: Facebook, Twitter, Instagram, Google+, Linkedin, Foursquare (Swarm), Klout, WordPress e VKontakte (sconosciuto ai più, una sorta di Facebook Russo, ora anche in Inglese e in italiano) anche se questi ultimi due non compaiono nel network scoring viene esplicitamente detto che incidono nelle misurazioni. I fattori tenuti in considerazioni sono (riporto dal loro blog):

Portata (reach)  – La tua portata è il numero di persone che tu influenzi. Filtriamo lo spam e i robot e ci concentriamo sulle persone che interagiscono con i tuoi contenuti.
Amplification – La tua amplificazione è quanto tu influenzi la gente. Quando tu pubblichi un messaggio, quante persone rispondono ad esso o lo diffondono ulteriormente?
Impact on network – la tua rete indica l’influenza delle persone nella tua  portata. Quanto spesso accade che grandi influencer  condividono e rispondono ai tuoi contenuti?

L’iscrizione a Klout prevede il possesso di un account Facebook o Twitter. Nei network è possibile aggiungere anche le pagine di Facebook (o la pagina o l’account, non entrambi), YouTube, Tumblr, Blogger, Last.fm, Flickr e Yammer Sempre a detta di Klout non sono indispensabili ma al più migliorano il punteggio.

Si possono scegliere e cambiare i Topics da una corposa lista e questi  rappresentano quello in cui noi riteniamo essere influenti e si può esser votati (+K) per questi.

RobertScobleKlout

L’algoritmo controlla anche risultati provenienti da altre fonti come Wikipedia, Bing e siti di notizie, per intenderci Obama non ha bisogno di socializzare per avere 99 come punteggio!

Il punteggio è una media degli ultimi 90 giorni, quindi niente veglie notturne, dopo un primo tempo di assestamento il punteggio tende a rimanere costante quanto la vostra costanza nell’usare i mezzi, alcuni social network sono misurati con tempistiche differenti come ad esempio LinkedIn. Più alto è il punteggio, più è difficile (continuare a) salire.

Klout 90 days Graph

 “Klout è divenuto uno standard, può piacere o meno, ma le grandi aziende lo tengono in cosiderazione” (Joe Fernandez, CEO di Klout ad un’intervista di Maurizio Pesce a LeWeb Dicembre 2013)


Kred Logo

Build your influence

Kred ha due punteggi e monitora solo Facebook e Twitter, il primo punteggio che chiama Influence varia da 1 a 1000 e si basa sull’interazione con gli altri sui social network, l’altro (Outreach) non ha un limite, attualmente è 12 ed è legato ad un punteggio via via sempre più alto al raggiungimento di tale punteggio si sale di livello. I livelli (da 1 a 12) sono legati alle soglie 100, 270, 729, 1968, 5314, 14349, 38742, 104604, 282430, 762560, 2058911. Buttati questi numeri in WolframAlpha mi tira fuori che la ratio tra questi è un moltiplicatore di 2,7 e dandolo per buono il prossimo livello 13 sarà legato ad un numero più o meno vicino a 5559060. (che palle sti numeri!)

Anche l’iscrizione a Kred prevede un account Twitter o Facebook, anche perchè come già detto monitora solo questi due. Kred utilizza le Communities per differenziare l’influenza, non si possono scegliere e ogni utente può votare insindacabilmente per uno qualunque, se non lo sceglie viene attribuito al Global Kred.

Kred Score

Kred Score

Kred è chiaro su come calcola i punteggi e i punti ottenuti sono chiaramente visibili nelle attività:

Kred Actovity

Kred Activity

Punti che incrementano l’outreach su Twitter:

  • +10 Retweet
  • +10 @reply o menzione
  • +1 un follower aggiunto

Punti che incrementano l’outreach su Facebook:

  • +20 Scrivi sulla bacheca di qualcuno
  • +10 menzioni o tagghi (parola orrenda) qualcuno in un post
  • +5 menzioni o tagghi qualcuno in un commento
  • +5 commenti un post (status, immagine, link etc.)
  • +3 metti un mi piace su un post (status, immagine, link etc.)
  • +1 diventi amico/accetti un amicizia

Punti che incrementano l’influence su Twitter:

  • +10 un utente con meno di 10,000 follower fa un retweet o ti menziona (@manfrys)
  • +25 un utente con oltre 10,000 follower fa un retweet o ti menziona (@manfrys)
  • +50 un utente con oltre di 100,000 follower fa un retweet o ti menziona (@manfrys)
  • +1 per un nuovo follower

Punti che incrementano l’influence su Facebook:

  • +20 un utente scrive sulla tua bacheca
  • +20 un utente ricondivide un tuo post
  • +10 sei menzionato in un post
  • +5 menzioni qualcuno in un post
  • +5 sei menzionato in un commento
  • +5 un utente commenta su un tuo post
  • +5 sei invitato ad un evento
  • +3 un utente mette un mi piace su un tuo post
  • +1 diventi amico/accetti un amicizia

I punti necessari per la conversione in influence cresce nel tempo (da quì la ragione del perchè cala se si smette di interagire)


 

Entrambi misurano pressapoco gli stessi fattori, una differenza sostanziale è la trasparenza dell’algoritmo utilizzato da Kred rispetto a Klout (ho notato spesso qualche cambiamento improvviso nell’algoritmo, un po’ come il déjà vu di Matrix, dirò di più, sono certo che misura anche altri social network associati all’open-id di Facebook/Twitter/Google+).

Ora i più scaltri inizieranno a fare le azioni che più convengono in termini di punteggio e per questo voglio aggiungere qualche mia nota:

  • E’ difficile capire molte dinamiche senza strumenti di analisi e reportistica – ne farò un’elenco di questi, anche se ognuno meriterebbe un’approfondimento.
  • E’ differente analizzare e conoscere dal “quaqquaraqquare”, ho un post semi-finito con dei test che ho fatto con un fake-account che si autoalimenta, alla lunga non paga.
  • Gli utenti sono differenti, focalizzarsi su ciò che si è più bravi rende di più (io non scrivo molto, faccio schifo ma in compenso di internet conosco molto e molti luoghi!)
  • Il punteggio di Klout e Kred non hanno una valenza tangibile, non vi cambia la vita e si vive uguale anche senza conoscerli (è la vecchia storia della qualità vs quantità!)
  • Conoscere e sfruttare qualche trucco non è sempre una brutta prassi, non c’è da vergognarsi! (ci sono tanti marchettari in giro)
  • Il Klout e Kred (e tutti gli altri indici di performance) sono come il cetriolo nel Cheeseburger di McDonalds http://bit.ly/cetriolomcdonalds . C’è chi lo ama e c’è chi lo odia, astenersi perditempo.

In questo caso, darmi un +K o un Kred sarebbe d’uopo (e ricambio)  quindi lascio i link di riferimento, se non siete iscritti ISCRIVETEVI non vi farà male, le iscrizioni per entrambi sono immediate, fanno uso dell’open-id di Facebook/Twitter:

https://klout.com/manfrys

http://kred.com/manfrys

ps:ho fatto qualche screenshot di alcuni utenti che utilizzano Klout e/o Kred, li tengo sott’occhio, poi magari senza fare i nomi (anche se i dati sono pubblici) vi farò sapere.

Se ho detto qualche sciocchezza, fatemelo sapere nei commenti, possibilmente con qualche link ufficiale e/o fonte attendibile e non frutto dell’immaginazione personale.
Idem se volete aggiungere qualcosa che avrei dovuto scrivere e non l’ho fatto.

About The Author

Antonio Manfredonio vive in internet e vive di internet, curioso, geek & tech quanto basta per stare sulle scatole e attento alle dinamiche del web. Scrive poco e parla molto. Molto fotografo per hobby e poco fotogenico. Cerca di stare al passo con tutto ma poi inciampa.

Related posts

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *