Dropbox vs Google Drive e altri

Dropbox vs Google Drive e altri

UPDATE: 29/Agosto/2014 – Dropbox lascia il costo/mese invariato ma aumenta lo spazio portandolo a 1Terabyte

Dropbox lascia il costo invariato ma decuplica lo spazio.

Dropbox lascia il costo invariato ma decuplica lo spazio.

Questa non è una guida, non è una comparazione spicciola, diciamo che principalmente il post serve a mia futura memoria e anche a qualcuno di voi che probabilmente vuole implementare una soluzione drive-cloud e vuole farsi un’idea. Prima di passare ai miei risultati vorrei fare una panoramica del cosa cercavo (o che in realtà cerco ancora), cosa mi interessa che facciano e cosa di contro non me ne frega assolutamente.

  • Ho vari device/computer, li cambio spesso e generalmente nel passato ho “cannato” qualche backup perdendo roba
  • Non mi fido più degli hard disk, iniziano a diventare sempre più grandi e capienti e mi salutano senza pietà. (no, lo SMART non ci ha mai preso)
  • I sistemi RAID a loro volta hanno punti di rottura, non posso comprare il triplo di tutto
  • Utilizzo prettamente web service, le poche applicazioni che utilizzo le (re)installo in un battibaleno, le configurazioni sui drive-cloud fanno il resto
  • I Sistemi operativi in multiboot mi stanno in un 100gb, quindi preferisco addirittura un HD SSD o Ibrido
  • Non mi preoccupa la privacy in generale, non tanto perchè non ho nulla da nascondere ma perchè dubito che agli eventuali lurker interessi qualcosa tra i miei file.
  • Non voglio una soluzione “My Clouds” :-) vedi sopra.
  • Non cerco una soluzione FREE, ma una SOLUZIONE o qualcosa di molto vicino.

E’ da oltre un’anno che cerco una soluzione definitiva, li ho provati tutti e ho provato di quasi tutti anche le versioni a pagamento, quindi ho tirato fuori questo schemino (suscettibile di cambiamenti)

Dropbox Google Drive Sky drive etc

Dropbox Google Drive Sky drive etc

Le uniche alternative a me congeniali sono (utilizzando prettamente Linux / Android):

  • Ubuntu One
  • hubiC
  • Dropbox

Perchè si e perchè no:

  • Ubuntu One
  • Si: funziona bene, sembrava quasi una soluzione possibile
  • No: ha chiuso (cfr: http://blog.canonical.com/2014/04/02/shutting-down-ubuntu-one-file-services/)
  • Dropbox
  • Si: ha tutto e funziona praticamente con tutto, ha le revision
  • hubiC
  • Si: Funziona con tutto, il costo è veramente ri-di-co-lo 10$/mese/10Terabyte (25Gb free, 100Gb/1$/mese)
  • No: A parte le directory “forzate” e il client web fatto veramente uno schifo. Il diniego assoluto è per avermi fatto due volte lo stesso scherzo di aver cancellato roba “ad-cazzum”, nessun modo per ripristinare nulla.

Manca qualcosa vero? Si, manca Google Drive e a Google Drive manca una sola cosa a mio avviso.

Google Drive (“se sbaglio mi corriggirete …” cit.) è l’unico a supportare il backup di terze parti (https://www.backupify.com/ ne è un esempio), non applica il quote sui file Google (Sheet, Docs, Draw etc.), ha un ottima gestione dei permessi, il client Windows gestisce il Cestino (non da poco), il costo è esattamente un decimo di Dropbox, lo spazio per le immagini è gratuito sotto i 2048px.

Google Drive Dropbox Pricing

Google Drive Dropbox Pricing

In più, non prettamente del Drive di Google ma la combinazione Drive+Docs+Gmail offrono: Plugin come la conversione inline di documenti in altri formati, le revision dei documenti, la conversione in formato Google-ready in upload, viewer e stampa da e verso Google Drive, Google Keep integrato, allegare documenti e foto via Gmail direttamente dal drive, download degli attachment nelle email direttamente nel Drive, instant-save di qualsiasi modifica in un documento, la ricerca dei documenti direttamente nella search-box di Gmail.

Da quì il titolo del post: Dropbox Vs Google Drive.

Entrambi hanno in cumune

  • Connessioni sicure in SSL
  • Crittografazione dei file sui server
  • Nessun limite (teorico) sulla grandezza dei file
  • Sincronizzano tutto o parte su piattaforme differenti
  • Accettati entrambi da piattaforme di terze parti per lo storage e il retrieve (es: applicazioni web o https://www.filepicker.io/ per intenderci)

Si ho capito, ma perchè non Google Drive allora? Google drive non ha un client UFFICIALE per Linux è la (mia) risposta.

Client di terze parti ce ne sono vari, il problema principale della gestione da parte degli sviluppatori è che Google Drive non è strutturato in gerarchia ad alberi (directory). Per meglio chiarirci, questo in figura non lo ottenete con un sistema operativo “classico”:

Google Drive File System

Google Drive File System

e si, ci vedete bene e vi invito a provare, Directory e file con lo stesso nome nella stessa directory. Questo perchè Google non li conserva in quel modo (salto i tecnicismi),  su Windows viene tollerato agiungendo quel (x) aggiunto in coda al file o alla directory per Linux, forse, ci stanno pensando.

Gran finale, cosa scelgo o cosa ho scelto? Entrambi, in attesa che Google si decida a fare un client per Linux.
Nel frattempo, per la pace dei sensi utilizzo:

https://www.cloudhq.net per sincronizzarli entrambi

cloudhq

cloudhq

http://www.otixo.com/ per spostare masse di roba da tutti i drive verso gli altri.

otixo

otixo

 

Chiedete pure se posso esservi di aiuto.

About The Author

Antonio Manfredonio vive in internet e vive di internet, curioso, geek & tech quanto basta per stare sulle scatole e attento alle dinamiche del web. Scrive poco e parla molto. Molto fotografo per hobby e poco fotogenico. Cerca di stare al passo con tutto ma poi inciampa.

Related posts

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *